#Autori emergenti #6 A un passo dalla vita di Thomas Melis

settembre 14, 2015


Oggi parliamo di un nuovo autore emergente che mi ha inviato il suo libro d’esordio “A un passo dalla vita”, un noir che ho apprezzato molto che mi ha coinvolto in maniera positiva ma che soprattutto mi ha fatto riflettere.
Intanto lo ringrazio per l’opportunità che mi ha dato.



TITOLO: A un passo dalla vita
AUTORE: Thomas Melis
EDITORE: Lettere Animate
GENERE: Noir/Hard Boiled
PREZZO: € 0,99 e-book - € 17,00 Cartaceo
Disponibile nelle librerie online nei formati EPUB, Kindle e cartaceo

E-Book:
Link Amazon: http://amzn.to/1uzMNQv
Link Google Play Store: http://bit.ly/1wcvOSR
Link Kobo: http://bit.ly/1vp4exh
Link Libreria Universitaria: http://bit.ly/1uA1Adp

Cartaceo:

Mondadori: http://bit.ly/1JTafOc Feltrinelli: http://bit.ly/1PJOfdv 
Amazon: http://amzn.to/1Euwp24
IBS: http://bit.ly/1Avaz3m 
Libreria Universitaria: http://bit.ly/1KwKfcC
Hoepli: http://bit.ly/1U2llDV

Sinossi:


È una Firenze fredda, notturna e mai nominata quella che fa da palcoscenico alla storia di Calisto e dei suoi sodali, il Secco e Tamagotchi. La città è segnata dalla crisi globale, dietro l’opulenza pattinata del glorioso centro storico si nasconde la miseria dei quartieri periferici. Calisto è intelligente, ambizioso, arriva dal Meridione con un piano in mente e non ha intenzione di trasformarsi in una statistica sul mondo del precariato. Vuole tutto: tutto quello che la vita può offrire. Vuole lasciarsi alle spalle lo squallore della periferia – gli spacciatori albanesi, la prostituzione, il degrado, i rave illegali –, per conquistare lo scintillio delle bottiglie di champagne che innaffiano i privè del Nabucco e del Platinum, i due locali fashion più in voga della città. Calisto vuole tutto e sa come vincere la partita: diventando un pezzo da novanta del narcotraffico.
Cupamente, nella rappresentazione di un dramma collettivo della “generazione perduta”, schiava di un sistema socioeconomico degenere e illusa dalle favole di una televisione grottesca, si snoda questa storia di ingiustizie e tradimenti, ma anche di amicizie e amori forti tragicamente condannati. Perché il male non arriva mai per caso e la vita non dimentica mai nulla, non perdona mai nessuno.


Citazione:
"Dentro la borsa trasportavamo un carico importante. Roba che ci sarebbe potuta costare almeno cinque anni, con i migliori avvocati. Si trattava di poco meno della terza parte di una mattonella da un chilo, marchiata con lo scorpione del cartello dei colombiani del Norte del Valle: ah, la globalizzazione!".

Recensione:


Oggi parliamo di un nuovo autore emergente che mi ha inviato il suo libro d’esordio “A un passo dalla vita”, un noir che ho apprezzato molto che mi ha coinvolto in maniera positiva ma che soprattutto mi ha fatto riflettere.
Intanto lo ringrazio per l’opportunità che mi ha dato.
Inizio con dire che l’autore ha deciso di utilizzare un linguaggio deciso, diretto e alcune volte molto colorito per descrivere al meglio la realtà della nostra società.
Calisto è il protagonista, un ragazzo siciliano che dopo enormi sacrifici fatti dalla sua famiglia, studia economia a Firenze, in realtà non riuscirebbe a mantenersi solo con i soldi dei suoi infatti invece di fare un lavoretto normale, è entrato nel giro dello spaccio.
Ma quello che vediamo attraverso gli occhi di Calisto è una società che ha perso i veri valori che sono fondamentali nella vita, l’amicizia, l’amore, la lealtà e i rapporti umani.
Tutto gira intorno ai soldi, allo sballo, al sesso senza amore e così Thomas ci disegna un mondo dove le persone che “contano” sono  quelle che sono ricche e che hanno un nome,  gli altri non servono a niente.
Calisto sembra all’apparenza essere un ragazzo vuoto, incapace di provare dei sentimenti in realtà lui ha capito e sa che la strada che sta percorrendo non lo porterà a nulla di buono.
Forse troverà il coraggio di ribellarsi alla vita conformista che ha scelto, ma lo farà troppo tardi e gli errori che ha fatto li pagherà tutti.
Il protagonista sceglie la strada più semplice, non combatte per vivere in un mondo migliore dove i soldi sono sì importanti ma non sono tutto, vestiti firmati, uscite nei locali più esclusivi, donne, la droga non lo fanno sembrare di certo un “uomo”, questo si vede da altro.
Ma per lui l’unico modo per vivere in questa nostra società EGOISTA è quello che ha deciso di intraprendere.
La lettura all’inizio un po’ ti scombussola, l’autore descrive nei minimi dettagli ogni scena, riempie la pagina con mille parole e anche con espressioni dialettali che danno ritmo alla narrazione della storia.
La scelta delle parole mi ha stupito, non sono banali e mai messe lì a caso, ma ognuno di loro ha un valore nel contesto che è inserita.
Alla fine mi sono chiesta se la società di oggi è veramente così vuota come l’autore ci ha descritto?
Veramente conta di più il denaro che una persona?
Sta a voi rispondere, io credo che una parte sia anche come viene descritta qui ma ci sono migliaia di altre persone che non sono egoiste e aiutano il prossimo.
A parte questa mia piccola riflessione, chi ha voglia di leggere un noir piacevole ed interessante con qualhe punta hot, non vi resta che scegliere quello di Thomas.

Biografia dell'autore

Thomas Melis è nato a Tortolì, in Sardegna, nel 1980. Ha studiato presso le Università di Firenze e Bologna concludendo il suo percorso accademico nell’anno 2008. Nella vita si occupa di progettazione su fondi comunitari e consulenza aziendale per lo sviluppo. Ha collaborato con diverse riviste on line, dedicandosi alle analisi degli scenari internazionali e della politica interna. “A un passo dalla vita” è il romanzo con il quale esordisce per Lettere Animate Editore.


Buone letture!

You Might Also Like

0 commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali

Google+ Followers

Labels