#Recensione L'amore conta di Carmen Laterza #autori emergenti 25

febbraio 14, 2016


E se tradire fosse necessario? Se servisse davvero a capire che in fin dei conti si tradisce solo ciò che si ama?







Titolo: L’amore conta
Autrice: Carmen Laterza
Genere: Romanzo
Editore: Carmen Laterza
Pag: 320
ISBN: 9781499107951
Formato eBook      EUR 2,99     
Formato Cartaceo  EUR 10,90  

L’AMORE CONTA è presente nei seguenti store:

9am.it  Amazon  cubolibri.it     barnesandnoble.com Bookrepublic.it deastore.com 
ebookizzati.com feedbooks.com Google Play Store  kobobooks.com libramente.it 
libreriabook.com libreriaebook.it  libreriarizzoli.corriere.it librouniversitario.it mrebook.it 
ultimabooks.it mystore.biblon.it ebook.unita.it 



Sinossi:
Irene ha 38 anni, è sposata da due anni e vive nell’operoso Nordest di Pordenone. Lei e Luca non hanno figli e la loro vita agiata sembra scivolare via, giorno dopo giorno, senza lasciare traccia. Inquieta e alla ricerca di una scossa emotiva Irene una notte decide di iscriversi a Meetic, un sito di incontri. Inizierà così una lunga serie di appuntamenti con gli uomini più disparati, lasciandosi conquistare dalle loro storie e dai loro corpi. Ma Irene ha un passato che capitolo dopo capitolo si intreccia alla sua storia presente. Il primo incontro con Luca, l’inizio della loro storia, la scoperta dell’esistenza di una figlia avuta da Luca da un precedente matrimonio e per anni rifiutata, fino al loro matrimonio e al viaggio di nozze. Un passato che si alterna a un presente fatto di incontri con uomini superficiali, e perverse avventure. Un percorso, quello di Irene, che parte dall’inquietudine esistenziale, scivola nel cinismo e finisce nel tradimento. Sarà l’amore a salvarla, quello che si prova per gli altri e per se stessi, perché nella vita “l’amore conta, e sa contare”.

Quarta di copertina:

Irene è sposata da due anni, Luca è un marito un po' assente ma innamorato, eppure si sente inquieta, insoddisfatta; alla soglia dei quarant’anni le sembra che la vita le stia scivolando via. Una notte, un po’ per noia e un po’ per curiosità, decide di iscriversi a Meetic, un sito di incontri. Comincia così una doppia vita, scandita dall’alternarsi di appuntamenti clandestini, a volte grotteschi altre al limite del perverso, che la condurranno ad allontanarsi da tutti gli affetti più cari, per intraprendere una sorta di educazione erotico-sentimentale attraverso cui raggiungere una maturità emotiva e personale. Incastrata in una vita in cui ormai non si riconosce più, Irene dovrà fare i conti con la realtà: un matrimonio che sta per crollare, un difficile rapporto col padre e la sempre più incalzante necessità di sentirsi libera.
L’amore conta è un romanzo sul desiderio e sul disprezzo, sul conflitto tra il giusto e l'immorale, tra il regno della perdizione e quello della salvezza.






 Recensione:

“L’amore conta” è un romanzo che ci racconta il viaggio di una donna per ritrovare se stessa, la sua vita per essere amata di nuovo.
Nel primo capitolo troviamo Irene, la protagonista, adolescente che durante una gita con gli scout si perde in un sentiero e dove viene colpita da un passo di Sant’Agostino, che sarà un po’ diciamo il filo conduttore della storia.
“Non uscire da te, torna in te stesso, nell’interno dell’uomo abita la verità. E se troverai mutevole la tua natura, trascendi anche te stesso.”
L’incipit del romanzo non colpisce molto il lettore che poi invece viene travolto dalla storia, ad un primo sguardo può sembrare un romanzo d’amore ma non lo è , ma è piuttosto la ricerca di una donna  per trovare la felicità.
Un giorno di punto in bianco Irene si sveglia e capisce che non può più aspettare, vive un matrimonio in cui viene trascurata da Luca, suo marito, è innamorato di lei ma è troppo assente per via del suo lavoro.
Si sente insoddisfatta e per niente felice, non riconosce più l’uomo che ha sposato, che amava, che le dorme accanto.
“Vedo la maschera di un uomo che faccio fatica a riconoscere, e pure il suo corpo, ancora tonico e longilineo, da parecchio tempo è diventato a me sconosciuto.”
Cerca di confidarsi con la sua migliore amica Anna, anche lei sposata in attesa del suo secondo figlio.
Anna crede che sarebbe meglio che lei parlasse dei suoi problemi con il marito, ma la donna sceglie di non farlo e si rifugia in un sito di incontri per cercare nuovi stimoli oppure qualcosa che non riesce più a trovare con il marito.
La sua è una scelta precisa, decide di incontrare altre persone, vivere nei suoi silenzi e di non chiarire la situazione con Luca.
[……] "in fondo c’è una nostra scelta, non sempre consapevole, ma chiara e istintiva, che ci porta a scegliere di frequentare un posto invece di un altro, una persona invece di un’altra e così via, creando delle contingenze uniche e irripetibili, apparentemente causali, ma in realtà causali.”
Irene, risulta da subito antipatica al lettore, non ascolta nessun consiglio e vive questa sua personale situazione senza regole, senza freni, senza inibizioni.
E si ritrova in appuntamenti assurdi, dove gli uomini che incontra non sono interessati a conoscerla veramente ma solo ad avere con lei l’avventura di una notte.
I capitoli si alternano raccontando l’inizio della storia con Luca e la situazione che vivono attualmente, Luca sembra essere un brav’uomo tutto sommato, che ci tiene ancora alle piccole cose come tenersi per mano ma le attenzioni sono troppo poche o inadeguate per Irene.
“Ma e’ un possesso distratto, come quando ti leghi al polso un palloncino per la paura di perderlo, ma che poi è talmente lontano e leggero, che non ti ricordi più di avere con te”.
Un passaggio che mi ha colpito è come viene visto da Irene il primo Natale a casa dei genitori di Luca e l’ultimo che stanno vivendo.
Nel primo caso la donna ha paura di fare una brutta figura con la suocera, le frasi tra di loro sono di circostanza ma seppur gentili e il sorriso per aver passato una bella giornata, mentre l’ultimo Natale c’è solo la noia e la stanchezza di passare il solito 25 dicembre, con tutti i difetti che ormai Irene trova nei suoceri.
Mano a mano la sua vita prende una piena inaspettata, che porterà Irene a perdere tutti i suoi affetti, le sue certezze e forse anche se stessa.
L’amore conta come dice il titolo, ma non solo verso gli altri ma prima di tutto verso se stessi, Irene di deve rialzare e ricominciare a volersi bene.
La storia è scorrevole, piacevole e si legge velocemente , Carmen ha un scrittura che va oltre il solo raccontare i fatti così come avvengono ma scava nel personaggio di Irene, lo rende reale, fragile, pieno di insicurezza, dubbi, paure ma estremamente vero. E questo non è un aspetto da sottovalutare.

Alla fine anche il lettore più arrabbiato e deluso da Irene, tifa per lei perché ritrovi la sua dignità di donna e anche l’amore perché in fondo l’amore conta.


Biografia dell'autrice

Carmen Laterza è un personaggio eclettico e dinamico.
Nata l’8 agosto 1974, Carmen vive a Pordenone, dove ha lavorato come Dirigente Scolastico. Prima di tale ruolo, per diversi anni ha insegnato Materie Letterarie nelle Scuole Medie e Superiori della provincia. 
Laureata in Lettere ad indirizzo musicologico e diplomata in Pianoforte, in passato ha collaborato con la Federazione Nazionale delle Associazioni Regionali Corali, per la quale ha ricoperto, tra gli altri, l’incarico di addetto stampa e segretaria di redazione della rivista della Federazione. Inoltre, è stata critico musicale per la redazione locale del Gazzettino.
Lasciata volontariamente la Pubblica Amministrazione, Carmen adesso lavora come ghostwriter, editor e consulente per il self publishing, promuovendosi attraverso i siti che ha creato e gestisce personalmente (CarmenLaterza.com e SelfPublishingMaster.it) e attraverso i canali social.
Ha autopubblicato  il saggio musicologico I duetti d’amore nelle opere di Giuseppe Verdi, frutto di un lavoro di rivisitazione della propria tesi di laurea. 
L’amore conta è il suo primo romanzo.



Vi lascio con l'omonima canzone di Ligabue!






***BUONE LETTURE***

You Might Also Like

0 commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali

Google+ Followers

Labels