[SERIE TV] Liar-L’amore bugiardo una notte due verità

Cari amici,
oggi abbandoniamo solo momentaneamente i libri e vi parlo di una serie tv che ho avuto il piacere di vedere poco tempo fa, sto parlando di Liar-L’amore bugiardo una notte due verità.
Ecco cosa ne penso, voi l'avete vista? Fatemi sapere!

Locandina della serie tv


Ho scoperto per caso questa serie tv in quanto la protagonista è Joanne Froggatt, la famosa attrice che ha interpretato Anna in Downton Abbey ed essendo una sua fan non potevo di certo perdermi questa nuova fiction.
Ho trovato molto interessante vedere questo thriller psicologico  sia perché è un genere che mi appassiona molto, sia perché il tema trattato è molto attuale.
Una sola notte cambierà le vite dei due protagonisti: Laura (Joanne Froggatt), giovane insegnante stimata dai suoi studenti e Andrew (Ioan Gruffudd) affascinante e noto chirurgo.
La serie è composta da tre puntate che Nove ha trasmesso in chiaro e fino alla fine non si capisce dove sia la verità, chi dei due mente? Oppure mentono tutti e due?
Quella sera i due vanno a cena, il giorno dopo mentre Andrew ha un ricordo positivo della serata, Laura invece è sotto shock e crede di aver subito violenza.
Come in tutti i thriller psicologici entrambi i personaggi hanno delle personalità complesse e nessuno dei due è completamente buono oppure cattivo, quindi per lo spettatore è veramente difficile, soprattutto, all’inizio capire chi sta dicendo il falso.
Laura è convinta della sua verità anche se molti elementi non sono a suo favore, non ci sono segni di violenza, inoltre nel passato della donna c’è un precedente che fa pensare, ha già accusato un collega di molestie nella scuola dove lavorava alcuni anni prima. In tutti i modi la donna cerca di far conoscere la propria verità, anche accusando pubblicamente Andrew sui social.
Laura (Joanne Froggatt) e Andrew (Ioan Gruffudd)
L’uomo, ne rimane sconvolto, nega di aver fatto una cosa così terribile a Laura, ma la sua reputazione ne viene immancabilmente macchiata dalle parole della donna.
Sappiamo bene anche che nell’epoca dei social network e dei “leoni da tastiera” chi denuncia una violenza, in questo caso Laura, oltre ad essere sostenuta viene anche colpevolizzata ed etichettate con epiteti non troppo lusinghieri. Pertanto questo suo gesto di denuncia si rivolta contro di lei e la donna risente molto di questa situazione anche nel suo lavoro dove appare nervosa e molto turbata.
Credo che questa fiction sia molto reale in quanto racconta proprio quello che succede oggi in questo mondo fatto di cellulari, video, internet, social e quanto sia pericoloso parlare male di qualcuno e di quanto le persone nella vita di tutti i giorni possano avere delle conseguenze disastrose. Ma anche dall’altra parte chi subisce una violenza non è tutelato, addirittura non viene creduto e non può difendersi oppure ha paura di farlo.
Questa serie tv fa riflettere, tratta un argomento di cui sentiamo molto parlare oggi, molte attrici americane e inglesi si sono ribellate e hanno denunciato le molestie subite, trovando il coraggio di dire la verità.
Io vi consiglio di vedere questa fiction, la trovate anche in streaming, secondo me gli attori sono stati straordinari e in particolare ho apprezzato moltissimo il personaggio di Laura.
Un thriller psicologico che riesce a catturare l’attenzione e  a coinvolgere.
Da vedere!

Posta un commento