[RECENSIONE] Il predicatore (Fjällbacka #2) di Camilla Läckberg

Cari lettori,
oggi parliamo del secondo capitolo della serie ambientata a Fjallbacka e con protagonisti la scrittrice 
Erica Falck e l'ispettore Patrik Hedstrom.
Ecco cosa ne penso.
Voi lo avete già letto? Vi piace questa serie?






Recensione:

Ho letto il secondo capitolo della serie gialla/crime dedicata a Erica Falck e Patrik Hedstrom.
Avevamo lasciato Erica incinta di Patrik e alle prese con la pubblicazione del suo primo romanzo che poi ha ottenuto un grande successo.
In questo libro viene ritrovata una giovane donna martoriata, ma sotto quel cadavere verranno alla luce degli scheletri femminili, probabilmente appartenenti ad altre due giovani scomparse nel 1979.
Qui inizia un’intricata indagine, che non sarà così facile da risolvere in quanto molte persone celano la verità e nascondono molti segreti.
Al di là del giallo di cui non voglio parlarvi ulteriormente, posso dire che ho iniziato questa lettura con positività, nonostante i molti pareri negativi che ho trovato nei commenti di alcuni lettori.
Devo dire che Erica, rispetto al primo libro, qui è un personaggio secondario se non marginale, non interviene molto nell’indagine dove indagherà per lo più Patrik.
E’ normale che l’autrice non l’abbia più di tanto coinvolta e credo sia una scelta anche coerente, Erica è incinta di otto mesi e sta vivendo nel bel mezzo di un’estate torrida e molto afosa. Come avrebbe potuto indagare? Sarebbe stata una scelta quanto meno discutibile, certo poteva discutere di più il caso con il suo fidanzato ma non ho trovato questo punto così negativo, ma solo realista.
Poi ormai i protagonisti sono due, Erica e Patrik e quindi è giusto che ci sia spazio anche per lui.
Con questo non credo che questo sia il miglior giallo che abbia mai letto, nel senso che secondo me è anche troppo intricato  e alcune parti mi sono risultate pesanti.
Devo dire anche però che lo  stile della Lackberg è sempre molto ricco di dettagli e molto curato nella descrizione dei personaggi, indagando soprattutto all’interno della loro psicologia, andando a raccontarci anche i loro lati oscuri.
Non mancheranno i contrasti tra Erica, la sorella Anna e l’ex marito di lei, che la continua a tormentare, ma credo che sia giusto anche parlare di quello che succede al di fuori del caso, ogni libro ha un giallo diverso ma quello che rimane è la storia in sottofondo.
Il rapporto invece tra Erica e Patrik proceda nel migliore dei modi, i due giovani si amano anche se intuisce come sia sempre Erica ad avere le redini del loro rapporto.
In questo romanzo è sicuramente il caso  che la fa da padrone e trovo comunque interessante continuare a scoprire cosa succederà anche nel privato ai nostri due protagonisti.
E’ sempre piacevole tornare a leggere qualcosa di questa autrice che ti sa catturare, ha qualcosa nel suo modo di scrivere che ti fa proseguire la lettura, sebbene ci sia qualche piccolo ostacolo da superare.
Credo che sia molto intrigante e interessante scoprire qualcosa di nuovo sui paesi nordici, così sconosciuti e affascinanti.
Sono pronta quindi per leggere il terzo capitolo della serie!


***
Trama:

Da più di vent’anni una dolorosa faida lacera la famiglia Hult: Ephraim, il predicatore che infi ammava le folle promettendo guarigione e salvezza, ha lasciato ai suoi discendenti un’eredità molto controversa. Il peso del sospetto continua a gravare su un ramo del clan, coinvolto suo malgrado nella sparizione di due ragazze risalente a molti anni prima. Una vicenda che nel delizioso paesino di Fjallbäcka, sulla costa occidentale della Svezia invasa dai turisti per la bella stagione, torna a essere sulla bocca di tutti dopo l’omicidio di una giovane donna, quando in una splendida gola naturale, sotto quel corpo martoriato, la polizia scopre anche i resti di due scheletri. La calda estate di Erica Falck e Patrik Hedström, che presto avranno un bambino, viene così sconvolta da un’indagine che, in un’angosciosa lotta contro il tempo, cerca di sviscerare i meccanismi della seduzione del potere, sfidando la malevolenza di una piccola comunità di provincia carica di segreti. In questo secondo episodio della serie di Erica Falck, Camilla Läckberg si conferma maestra nel tessere gli intrighi di una società chiusa, dove l’apparenza conta sopra ogni cosa e scoprire cosa accade realmente nella vita degli altri si rivela un’impresa alquanto complessa.



Posta un commento