[RECENSIONE] Solo per me di Marialuisa Gingilli

Cari lettori,
oggi vi parlo del libro "Solo per me" di Marialuisa Gingilli, una storia che mi ha colpito e con un'ambientazione incantevole.

Ecco cosa ne penso.



Recensione:


Margherita è la protagonista di questo romanzo, è una ragazza semplice che deve ancora capire quale sia la sua strada nella vita.  Ha un passato famigliare difficile alle spalle, ma questo non le ha impedito di credere nel buono delle persone, lei vorrebbe aiutare i più deboli  e diventare giornalista.
E’ fidanzata da alcuni anni con Alessandro, è stato il suo primo ragazzo e con lui Margherita sta bene, hanno dei progetti per il futuro e la relazione è da subito stata una storia sera. Forse troppo, perché la ragazza non ha avuto il tempo di vivere gli anni della sua giovinezza con spensieratezza e divertimento.
Alessandro non ha idea di quello che farà nel suo futuro, ama la fotografia e sembra essere il ragazzo perfetto per Margherita, ma il loro rapporto risulta essere da subito piatto, lineare e senza emozioni. Nel corso della storia ho trovato Alessandro anche molto insensibile e troppo attento ai propri desideri e poco a quello che prova Margherita. Devo dire anche che sembra quasi che ad Alessandro non importi poi molto della sua ragazza, non si accorge di come lei cambia, di come lei sia diversa da quando si erano conosciuti. Lei ha un’evoluzione, cresce mentre lui invece rimane fermo. 
La protagonista ci prova a far funzionare questo rapporto, cerca in tutti i modi di portare avanti questa relazione, forse più per paura del cambiamento, del dover ricominciare da capo e forse per paura di essere felice e di vivere nuove emozioni.
In occasione di un viaggio in Irlanda, rimane attratta dal cugino di Susanna la sua migliore amica.
Joshua, questo il nome del ragazzo, è un uomo molto bello, muscoloso, affascinante e Margherita ne rimane subito colpita.
Ma tra di loro non succede nulla, perché Margherita è forse troppo giovane e non vuole lasciarsi andare ad un sentimento che la spaventa.
Anni dopo la ragazza si trasferisce in Irlanda per studiare all’università e ricomincia a vedere Joshua e quello che prova nei confronti del ragazzo è sempre più forte. Ma nonostante questo non fa nulla, rimane immobile davanti alla sua vita, la lascia scorrere rimanendo ancora con il suo fidanzato Alessandro.
Ad un certo punto ho sperato che Margherita seguisse le proprie emozioni e cercasse di trovare la felicità, ma la ragazza faceva un passo in avanti e venti indietro, troppa la paura di soffrire.
Non voglio spelarvi troppo della trama, perché questo romanzo merita di essere scoperto, è stata una lettura piacevole e che non mi aspettavo. Mi sono affezionata molto al personaggio di Margherita, l’ho trovata una ragazza semplice, sensibile e altruista. Sono stata colpita dal suo essere fedele ad Alessandro anche quando lui si comportava male, non aveva fiducia in lei e sembrava un bambino capriccioso.
Margherita aveva paura, questa l’ha frenata in molte sue scelte anche se poi si è presa le sue responsabilità magari sbagliando, rischiando e cercando di fare qualcosa prima pensando a se stessa e poi agli altri. 
Questo libro è il primo della serie “Under the Irish Sky Series”, quindi abbiamo un finale aperto che ci lascia la curiosità di andare avanti con la lettura dei prossimi romanzi.
E poi una nota che ha dato sicuramente un valore in più al libro, l’Irlanda, un paese così affascinante e incantevole pieno di storie e tradizioni.
Questo romanzo e questa storia mi ha sicuramente colpito molto e ho trovato che anche i personaggi fossero descritti in maniera curata e verosimile.
Non mi resta che aspettare i prossimi libri della serie!
Consigliato.


***
Trama:

Margherita ha poco più di vent'anni, una storia, quella con Alessandro, che trascina da troppo tempo e un cassetto pieno di sogni irrealizzati. Complice un viaggio tra gli incantevoli paesaggi d'Irlanda e un paio di occhi verdi come i prati di quelle terre, si renderà conto che è arrivato il momento di abbandonare la sua confortevole routine e lanciarsi nel vuoto, fare spazio ai propri desideri e accettare i propri sentimenti.
Ma si sa, a volte, l'amore ci porta su sentieri pericolosi... Margherita avrà il coraggio di percorrerli?
Posta un commento